L’ironia di tutte le cose belle.

Tutto è così lento e bello, qui. Il paesino è immerso tra le nuvole, le cime tutto intorno sono nascoste da una spessa coltre umida, i boschi sono più verdi che mai e le proprietarie del piccolo supermercato conoscono Omo e gli chiedono di salutare la mamma. Ho avuto l’evidenza del fatto che porto sempre con me le mie radici: la prima cosa a cui ho pensato, facendo la lista della spesa, è stata “devo comprare il riso”, e pensare che non è nemmeno un alimento che mi piaccia particolarmente, con mia madre ogni sera è una lotta “sempre ‘sto cazzo di riso in bianco alla colombiana, basta!, non possiamo mangiare pane come qualsiasi altra famiglia italiana?!”.

Non credo che domani potremo andare al mare, è abbastanza fresco da mettere la copertina e il maglioncino, ma non mi lamento. Facciamo l’amore, cuciniamo, facciamo passeggiate, scattiamo con Magda miliardi di foto che probabilmente non svilupperemo mai e poi facciamo ancora l’amore.

Comunque ieri ho detto “Accipicchia”. Davvero. Sono una donna piena di sorprese.

Ragazzi, è finalmente successo: uno sconosciuto mi ha regalato un mazzo dei miei fiori preferiti. Sento già odore di frittura, alici e mozzarella.
Ora posso morire in pace.

E mentre laggente si dirige verso le assolate spiagge del mondo e mostra invidiabili salsicciotti bronzei, @effetto_mignon e io andiamo a dare un po’ di tono alle nostre cosciotte bianche in una piscina vera, con il cloro, le cuffie di silicone e tutto. (con la disperazione tipica di chi si è appena reso conto che tra quattro giorni si parte per le vacanze)

Domani con oliviabaka si va in piscina; ma oh, no, no no no no, niente sguazzate in una pozza piena di marmocchi urlanti dei centri estivi, andiamo proprio a nuotare in una piscina al coperto con le corsie montate e le cicce opportunamente inguainate nel costume intero (almeno le mie, lei è secca come un chiodo con delle forme proporzionate ed armoniche e bellissime di cui ovviamente si lamenta per passatempo).

shitpostmemeboy:

dogmemes:

hoodbypussy:

Évolution inversée

“It took me four years to paint like Raphael, but a lifetime to paint like a child.”
― Pablo Picasso

(via aheartthathurtsisaheartthatworks)

Marrabbio ♥

(via vogliofareconte)

Sarò impopolare, ma io detesto Jo March. Tra le Piccole donne, la mia preferita è sempre stata Amy.

Il mio sistema digerente è impazzito, i muscoli della schiena mi si contraggono per giorni senza un motivo apparente, non ho voglia alcuna di scrivere nulla né di ascoltare i miei pensieri, ho sempre fame ma poi espello nei modi più originali (vedi alla voce “sistema digerente impazzito”), soffro di inquietanti sbalzi di umore e tremende emicranie e di narcolessia lieve.

(via egoteque)

lavandagastrica:

asharqalawsat:

The Middle East Friendship Chart - “With overlapping civil wars in Syria and Iraq, a new flare-up of violence between Israel and the Palestinians, and tense nuclear talks with Iran, Middle Eastern politics are more volatile than ever and longtime alliances are shifting. Here’s a guide to who’s on whose side in the escalating chaos.Click a cell to learn more information.”

Accordi e disaccordi in Medio Oriente, ecco chi è amico di chi…

È incredibilmente complicato formarsi un’opinione

Oggi ho perso la verginità alla guida, cosa che rimandavo dal diciannove ottobre duemiladodici - giorno in cui l’esaminatore della motorizzazione di Roma Nord ha deciso che la ragazza bionda alla guida era meritevole di patente solo perché nata sotto il segno dell’Ariete.
(“Ah, signorina… Le donne dell’Ariete, il loro cipiglio, la loro sicurezza!”)

mapsontheweb:

Suggested by the map on the evolution of French names, I have done the same for Spain, using the data of the Instituto Nacional de Estadística (based on the fraction of the current population tabulated by year and province of birth)

E SE NASCE UN BAMBINO POI LO CHIAMEREMO IKER

(via laslanguesromanze)

Consigliati per te: "Come la matematica può salvarti la vita" (eNewton Manuali)